7 febbraio 2017

Energia Sunsaving: l’Olimpia porta a casa il Derby!

006

 

Ora sì, siamo davvero liberi di sognare. Tra sette giorni parte la Poule Promozione, ma è la realtà di oggi ad essere già da stropicciarsi gli occhi e spellarsi le mani.

 

L’Olimpia Caloni Agnelli, infatti, tritura anche Brescia, un altro 3-0 – dopo quello rifilato a Montecchio – che coincide con l’ottava affermazione in nove turni e chiude la prima fase al secondo posto: Mondovì passa soltanto al tie-break sul campo di Cantù, ma deve incassare il sorpasso in virtù del maggior numero di vittorie (12 contro le 11).
L’Olimpia, anche nel derby, mostra il suo lato migliore dando continuità ad un incedere travolgente fatto di sicurezze, bel gioco, mente sgombra e braccio che va di conseguenza. Un altro match sostanzialmente in controllo con Cisolla e compagni che poco hanno potuto, salvo abbozzare qualche rientro tanto timido quanto effimero.
Niente turnover per Graziosi per si limita al cambio al centro tra Cioffi ed Erati mentre, in seconda linea, è ormai una piacevolissima abitudine la rotazione tra De Angelis in ricezione e Franzoni in difesa. Non cambia neppure il martellante Hoogendoorn, che mette a terra 4 dei primi 10 punti (alla fine saranno 15 con il 52%), Jovanovic incide sia in regia che al servizio (11-16) poi Cavuto si riscatta dall’errore che aveva riportato i padroni di casa a – 1, mettendo a terra il 20-23 ossia la distanza di sicurezza per mettere al sicuro il vantaggio. Si riparte e Bergamo continua a comandare le operazioni, l’orgoglio di Brescia non manca e allora Graziosi ferma il gioco in uno dei pochi momenti critici (13-16 a 16-16). Poi Luppi alza la voce (attacco e muro) e nuovamente un Cavuto in grande spolvero (MVP con 14 punti e 50%) scava un margine di sicurezza dilatato dalle imprecisioni degli avversari. E il terzo set rispecchia il trend dei precedenti con i rossoblu sempre avanti, sul 9-13 Erati rileva capitan Luppi e non appena la Centrale del Latte tenta di farsi sotto, ci pensa Hoogendoorn ad estrarre dal cilindro due servizi micidiali (13-17): è il semaforo verde per far partire un’altra meritatissima festa. Da martedì però si torna in pista: domenica 12 sul taraflex di Tuscania il primo scontro della seconda fase.

BRESCIA – BERGAMO 0-3 (22-25, 22-25, 19-25)