2 febbraio 2017

Arte e impresa: Suntrading Sunsaving e la responsabilità sociale verso il territorio

Questo lunedì su l’Eco di Bergamo si parla anche di Suntrading Sunsaving e del suo impegno nella valorizzazione del terriotrio bergamasco e del suo tessuto artistico-storico, in particolare attraverso il progetto di restauro e recupero di una parte del Chiostro del Carmine in Città Alta.

L’investimento di Suntrading Sunsaving si inscrive in movimento di mecenatismo ritrovato, spinto da una di­versa consapevolezza e da una cul­tura che fa della “restituzione” il suo volano.

Sono infatti in crescita i casi di PMI che disegnando sinergie e alleanze in­novative con l’obiettivo di recuperare il valore del territorio e a rafforza­re il legame con la propria comu­nità.

«È fondamentale per le imprese relazionarsi e conoscere il proprio territorio al di fuori degli ambiti operativi d’impresa. Solo così – spiega Nicola Scandella, ammini­stratore delegato di Suntrading­ è possibile cogliere la forza di energie nuove, fra l’altro già in cir­colo, ma che hanno bisogno di so­stegno per uno sviluppo».

Il valore di questa collaborazione va oltre la semplice donazione finanziaria o la sponsorizzazione. Agevolata anche dal provvedi­mento Art Bonus del gover­no in forma di detrazioni fiscali fino al 65%, «questo approccio siamo convinti possa diventare modello per le altre imprese pro­prio per la sua capacità di smuovere l’impegno di soggetti privati, di nuove risorse intorno alla rico­struzione di una nuova identità locale di valori».

Il messaggio di Suntrading è anche di declinare l’impegno ver­so la comunità in modelli virtuosi di gestione culturale, di servizio pubblico nell’interesse dei cittadi­ni, e valorizzazione del patrimo­nio. Significa capacità di allearsi con chi sostiene questa responsa­bilità sociale. «Il TeatroTascabile di Bergamo è stata l’occasione per sperimentare in modo valido nuo­ve collaborazioni.«Ora – chiude Scandella­ – noi siamo pronti a ri­farlo con altre realtà capaci di pro­porre contenuti importanti, un impegno etico e un riconoscimento sociale».

 

Schermata 2017-02-02 alle 13.09.55

 

 

 

 

 

 

Leggi l’articolo